home

Il mio lavoro nasce da una suggestione che puntualmente mi emoziona: cogliere il significato sottile di quello che osservo e riuscire a comunicarlo attraverso i miei scatti. Vado alla ricerca di ciò che è dietro ad un’immagine e che allo stesso tempo la sostanzia: la fatica di un atleta in competizione, la sua forza tenace, l’euforia di un traguardo raggiunto, la bellezza sublime e disarmante di un paesaggio, il fascino discreto dei particolari. L’interesse per i viaggi e per lo sport mi ha portato a fotografare competizioni agonistiche in tutto il mondo, collaborando con varie riviste e testate giornalistiche (Sport Week, Fuori Gioco, Donna Moderna, Cicloturismo, BC, MTB Megazine, etc..).

Nel 2018 ho conseguito il premio “Best Event Photography”, conferito da Bikepacking.com (riferimento di importanza mondiale nel settore) per il lavoro svolto in occasione della Silk Road Mountain Race.


Fotografia Sportiva

Mi occupo di fotografia sportiva da anni, tanto che è diventata il settore in cui mi sono specializzato. Ho collaborato con le più importanti imprese sportive italiane e straniere per la produzione di cataloghi e fotoreportage: PEDdAL ED, Fizik, Brooks England, Sportfull. Gli eventi sportivi italiani a cui ho partecipato sono il Giro d’Italia, Open d’Italia Golf, Colnago Racing Festival. Ho prodotto foto anche per competizioni ciclistiche all’estero come la Trans Continental Race (Europa) e la Silk Road Mountain Race (Kirghizistan, Asia).



Still Life

Ritengo che la fotografia Still life sia fondamentale per le aziende che vogliano pubblicizzare i propri prodotti nell’ottica dell’e-commerce. Il tecnicismo di questo particolare tipo di fotografia si traduce in un affascinante lavoro di ricerca della luminosità e studio dei particolari cromatici.  Si tratta di un vero e proprio “esercizio di forma” finalizzato a cogliere, enfatizzare e valorizzare lo stile e le peculiarità dei soggetti fotografici.

A proposito, mi sono accostato alla Food photography, un potenziale strumento di divulgazione pubblicitaria se si coniuga la forza attrattiva dell’immagine con la velocità e la capillarità del web, in particolare, dei social network. Anche in questo caso trovo interessante riuscire a cogliere e trasmettere suggestioni diverse e complementari: l’estetica del cibo e il gusto rotondo, ricercato e sapiente di una pietanza.